Il kefir sa d'aceto.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il kefir sa d'aceto.

Messaggio  cignale il Ven Feb 06 2009, 00:03

Salve a tutti ! Mi sono avvicinato al kefir qualche mese fa. Soffrendo di dispepsia, problemini intestinali, disbiosi ho voluto provarlo sperando mi fosse d'aiuto. Ho comprato a Novembre dei granuli di kefir su internet. Tali granuli, arrivati in un paio di giorni per posta, all'inizio (4-5 "cambi" di latte) non davano grandi segni di attività. Poi sono, mi pare partiti alla grande. Da allora ho consumato regolarmente kefir. Ho sottoposto allo stop la coltura 3-4 volte (conservazione in latte, in barattolo chiuso in frigo per 1 settimana), e tutte le volte la coltura ha ripreso regolarmente. Ho però notato che un certo sentore d'aceto è via via cresciuto. Addirittura ha cominciato, secondo me, ad far acuire, a volte, anzichè far diminuire, la mia dispepsia. Allora dalle 24 ore di fermentazione (rispettando la "regola" della preparazione del kefir (dosaggi, igiene , tempi, utensili, ecc. ecc.) sono sceso a sole 12 ore di preparazione, immaginando di dare meno tempo agli acetobatteri presenti sie granuli di fare il loro lavoro. Quasi tutto inutile: ottengo, anche con 12 ore, un kefir non eccessivamente cremoso( comunque della consistenza di uno yogurt da bere) con un gusto abbastanza vicino a quello di kefir industriali che ho assaggiato ma con un sentore d'aceto che a me pare francamente comunque eccessivo. Sono io troppo delicato di gusti (ho letto da qualche parte che il kefir non è esattamente adatto ai gusti standard occidentali) o c'è qualcosa che non va ? Paranoico come sono (temo che il sentore di aceto sia sintomo di qualcosa che faccia male) sarei quasi tentato di buttare via tutto, e di accontentarmi di kefir industriali o di farlo con gli inoculi in polvere dei falsi kefir, ma mi spiace. Tanto più che il kefir pare avermi aiutato a recuperare peso, e a ristabilizzare in parte le funzioni gastro-intestinali(mezzo litro al giorno da latte parzialmente scremato). Che fare ? Crying or Very sad
Grazie per l'attenzione , ciao a tutti !

cignale

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 05.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il kefir sa d'aceto.

Messaggio  Lactobacillus il Lun Feb 09 2009, 20:54

Ciao,
alcune domande per poterti rispondere meglio:
da quel che mi pare di capire il kefir prima era cremoso e poi pian piano ha smesso di esserlo?
Usi sempre lo stesso tipo di latte? Quale?
Il sentore di aceto è cominciato subito dopo un periodo di sospensione in frigorifero?
Dopo le 12 ore il kefir è già coagulato? Cioè rompi il coagulo o è ancora fluido?
Che rapporto in peso latte-granuli hai?
Che tipo di contenitore utilizzi?
Per dispepsia intendi dolore allo stomaco? Soffri anche di riflusso gastro-esofageo? Acidità di stomaco?
Digerisci male?

Il ragionamento di diminuire il tempo di fermentazione per ridurre gli acetici non è sbagliato in quanto sono fra gli ultimi a "partire", devi considerare però che quel sentore di aceto in realtà potrebbe essere anche dato
da una forte acidità del prodotto, in effetti dopo 12 ore gli acetici non dovrebbero ancora farsi sentire tanto...
Inoltre il tempo breve sicuramente farà ottenere una bassa cremosità.
In ogni caso aspetta prima di buttarli, il rischio che sia dannoso per la salute (vorrei dire nullo) è irrisorio.
Anche se i granuli hanno subito un riequilibrio verso il basso della comunità di fermenti rimangono cmq salubri e benefici. E per la disbiosi credo sia in assoluto l'alimento più indicato!
Sarebbe interessante sapere il pH del kefir prodotto, in farmacia vendono le strisce per misurarlo, non sono precise come un pHmetro, ma intanto possono dare un'idea...
avatar
Lactobacillus
Admin

Messaggi : 102
Data d'iscrizione : 31.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.kefir.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il kefir sa d'aceto.

Messaggio  cignale il Mer Feb 11 2009, 00:41

Ciao !
Prima di tutto ti ringrazio per la gentile attenzione.
Allora , inizialmente ho usato latte intero, fresco. I dosaggi, alla carlona sono un cucchiao di grani per mezzo litro. Dopo
il latte intero vaccino ho usato quello caprino, che mi ha dato un kefir molto più forte. Poi latte parzialmente scremato uht.
Riguardo alla cremosita, effettivamente all'inizio faceva dei bei cagli diciamo, con tanto di siero, non molto ma c'era.
Poi, col cambio di latte, con gli stop in frigo (4, 5?), la situzione effettivamente ha visto diminuire la cremosità, ed aumentare
il sentore di aceto, che s c'era all'inizio deve essere stato pochino. Uso dei contenitoi in vetro bormioli, con coperchio appena avvitato;
ultimamente ho amche povato a mettere sopra un pezzo di scottex fermato con un elastico. Da circa un paio di anni, a seguito di lutti e stress
ho cominciato ad avere un senso di tensione allo stomaco, che si è evoluto poi con tensioni addominali, problemi anche di colite,dolori all'addome zona ombelico, fastidi vari sotto l'arcata sx del torace, indigestioni, tachicardia, e solo saltuariamente, negli ultimi tempi un vero sintomo palese di reflusso, e cioè qualche episodio notturno di acido in gola, ma devo dire che è stato episodico e blando. Cessato peraltro con qualche accortezza alimentare. Il kefir mi pare mi abbia aiutato a ristabilire la situazione intestinale e mi fa digerire meglio (almeno quando non sapeva così d'aceto)! Purtoppo la forte...acetosità del prodotto mi ha fatto decidere, nel frattempo, a buttare la mia coltura,e a consumare del "kefir" ( si fa per dire, contiene solo saccaromices cerevisiae , lactobacillus brevis, leuconostoc lactis, propionibacterium) che trovo al Penny Market..... : ( Non fara così bene come il veo kefir autoprodotto ma mi pare proprio che non essendo così acido ( o acetoso, dovrei dire ?) non mi fa aumentare il fastidio allo stomaco. Comunque prossimamente mi riprometto di riprovare a farlo da me, trovassi qualche persona nella mia città disposta a passarmi qualche grano dei suoi....
Grazie mille ancora, Lactobacillus !

cignale

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 05.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il kefir sa d'aceto.

Messaggio  Patato il Mer Feb 11 2009, 11:55

Secondo me il latte di capra non gli ha fatto bene...

Io, per esempio, avevo provato con lo zymil e i granui tutti kaputt!!! Sad

Patato
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il kefir sa d'aceto.

Messaggio  cignale il Ven Feb 13 2009, 00:17

Mi sa hai ragione, facendo mente locale, prima un gusto piuttosto forte col latte caprino, e poi il sentore acido-acetico è aumentato....

cignale

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 05.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il kefir sa d'aceto.

Messaggio  Lactobacillus il Dom Feb 15 2009, 12:07

Credo che Patato abbia colto nel segno, il latte di capra è un ottimo alimento e molto digeribile però le caratteristiche delle sue proteine e degli zuccheri
influenzano i granuli verso un equilibrio diverso che può essere addirittura irreversibile. A questo punto è solo un'informazione visto che hai gettato tutto.

Dati i tuoi sintomi credo che il kefir ti posssa far bene (anche quello che prendi che è piuttosto scarso specie di fermenti) e ti consiglio di contiuare a consumarlo.
avatar
Lactobacillus
Admin

Messaggi : 102
Data d'iscrizione : 31.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.kefir.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il kefir sa d'aceto.

Messaggio  cignale il Mar Feb 17 2009, 11:13

Grazie ancora a tutti e ciao !

cignale

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 05.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il kefir sa d'aceto.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum