Analizzare i grani in laboratorio

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Analizzare i grani in laboratorio

Messaggio  tittiaga il Gio Mag 01 2008, 11:02

Qualcuno sa dirmi se esiste la possibilità di far analizzare i grani di kefir in qualche laboratorio specializzato, per sapere se contengono , diciamo così, la "dotazione completa" di tutti i fermenti e lieviti che il kefir dovrebbe avere? Mi pongo questa domanda perchè penso che nel tempo, magari dopo congelamenti, lavaggi (io non li lavo, ma magari lo ha fatto in passato la persona che me li ha dati), manipolazioni varie, ecc i nostri granuli possono modificare la loro composizione, cioè perdere qualcosa... Magari noi siamo convinti di avere lì dei grani di kefir ricchi di tutti gli elementi che sappiamo (circa 30 0 40 tra lactobacilii e lieviti, se non sbaglio...), e invece potrebbe non essere così! Sto dicendo delle sciocchezze, o è possibile? Personalmente sarei più tranquilla dopo un'analisi di controllo.... anche se i miei grani producono un ottimo kefir. Grazie per eventuali indicazioni! Ciao!!!! farao
avatar
tittiaga

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 20.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://kefirblog.spaces.live.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Analizzare i grani in laboratorio

Messaggio  kefira il Gio Mag 01 2008, 23:24

E' possibile farlo, ma ha dei costi spropositati perchè la ricerca è lunga e praticamente nessun laboratorio al quale mi sono rivolto (avevo la tua stessa curiosità...) è stato in grado di garantirmi la riuscita dell'analisi e tutti si son rifiutati di farlo...
E' invece possibile far analizzare la bevanda per controllare che non ci siano elementi patogeni nocivi per la salute, anche se i lattobacilli dovrebbero essere in grado da soli di combattere eventuali contaminazioni, nel caso in cui non riuscissero i grani 'morirebbero' perdendo la loro capacità di fermentare il latte lasciandolo cagliare, te ne accorgeresti perchè assumerebbe l'odore sgradevole di latte andato a male.
In ogni caso penso che la simbiosi che esiste da centinaia di anni tra tutti gli elementi costituenti i grani del kefir non reggerebbe la perdita dei suoi elementi, pena la morte (ma qui lascio intervenire i moderatori del forum che ne sanno più di me).

kefira

Messaggi : 71
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Analizzare i grani in laboratorio

Messaggio  Lactobacillus il Mar Mag 06 2008, 01:21

Tutto giusto.

L'analisi dei granuli è certamente possibile,ma estremamente laboriosa=costosa e non necessariamente attendibile se fatta con superficilaità o da non esperti.

Spiego in breve e semplificando al massimo in cosa consisterebbe "l'analisi":
i granuli sono un "concentrato" di fermenti lattici, talmente concentrati e uniti da non rendere possibile separare i fermenti l'uno dall'altro per capire di che tipo sono.
Allora si procede a frullare i granuli e a diluirli molto in acqua (per farvi capire il rapporto potrebbe essere una goccia di frullato di fermenti in un bicchier d'acqua) in modo da separare i fermenti il più possibile.
Ora i fermenti sono separati l'uno dall'altro, ma è molto complicato trovare un batterio lattico lungo 3 o 4 millesimi di millimetro, ovvero micron.
I fermenti del kefir sono quasi tutti batteri e lieviti. La loro caratteristica è di moltiplicarsi molto velocemente se messi in condizioni favorevoli allora si prende una goccia dell'acqua in cui abbiamo diluito i fermenti lattici e la si spalma su un terreno (una specie di gelatina) che praticamente è il cibo ideale dei batteri, poi si mette il tutto alla temperatura ideale per i batteri e si aspetta un giorno o due, tutto questo è in una scatolina sterile naturalmente, niente può entrare dall'esterno dopo che è stata chiusa
Ogni singolo batterio si moltiplicherà un sacco di volte finché tutti quei batteri originatosi dal primo batterio saranno visibili ad occhio nudo sotto forma di puntini bianchi o gialli di un millimetro o due.
Di questi puntini bianchi (colonie) ne avremo tanti quanti sono i singoli batteri che erano nella goccia che si è spalmato.

Abbiamo così diviso i batteri, ma non sappiamo ancora di che tipo sono!
Per saperlo con certezza dovremo prendere ogni colonia e controllarne il codice genetico, infatti ogni specie di batterio o lievito come tutte le specie viventi ha un suo particolare codice genetico che lo identifica.

Non sono sicuro di essere stato chiaro, appena posso metto qualche foto delle piastre ( le scatoline con la gelatina) con le colonie.

Cmq si tratta di un lavoro complesso che va ripetuto tante volte perché in una goccia non sono certo presenti tutti i tipi di fermenti lattici che sono nei granuli, magari un tipo è presente varie volte e magari un altro, che pure è presente, non viene trovato in 10 ricerche come quella che ho descritto.
Molti laboratori di analisi effettuano normalmente analisi di routine e non sono attrezzati nè qualificati per questo tipo di lavoro che abitualmente viene svolto in ambito di ricerca universitaria.

Per cui bisogna accontentarsi delle analisi pubblicate, come ha giustamente scritto Kefira non c'è cmq motivo di preoccuparsi:

- perché il kefir è assolutamente sicuro; in letteratura (ovvero l'insieme degli articoli e dei saggi scientifici che parlano del kefir), ed assicuro che il kefir è studiatissimo in tutto il mondo, non ho mai letto che i granuli potessero produrre un latte che fa male o che fa anche solo venire il mal di pancia
- nei granuli vive una simbiosi, il che vuol dire che ogni componente aiuta a far vivere le altre ed ha bisogno delle altre per vivere. Il tutto è piuttosto stabile, per cui è difficile che solo una parte si perda per strada..

Anche se non l'ho letto credo che i granuli in una certa parte interagiscano con l'ambiente, ovvero: nell'ambiente i batteri sono ubiquitari, sono ovunque, se "passa" qualche batterio che si adatta bene alla simbiosi secondo me può darsi che si aggiunga Smile
Ripeto che sono batteri buoni! I granuli non vogliono i batteri cattivi!
avatar
Lactobacillus
Admin

Messaggi : 102
Data d'iscrizione : 31.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.kefir.it

Tornare in alto Andare in basso

Fantastica questa risposta!

Messaggio  tittiaga il Mar Mag 06 2008, 01:40

Grazie , è veramente una risposta completa ed esaustiva !!! Un saluto, Tittiaga Very Happy
avatar
tittiaga

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 20.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://kefirblog.spaces.live.com

Tornare in alto Andare in basso

mal di pancia....

Messaggio  stellaso il Sab Feb 20 2010, 00:10

Io consumo kefir d'acqua da poco e ho notato che spesso ho gonfiore intestinale e dolori da tensione....è il kefir? Se si cosa posso fare?

stellaso
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Analizzare i grani in laboratorio

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum